Rivalta da Vivere - La Scuola

lunedì, maggio 08, 2017 Michele Colaci Staff

Rivalta sarà da vivere soprattutto se impegnerà le sue risorse umane e finanziarie per investirle nella scuola, tassello imprescindibile nella vita di ogni città.

Sarà certamente rafforzata la collaborazione tra il sistema scolastico locale e le associazioni cittadine in modo da arricchire l’offerta culturale (musica, teatro, danza) e sportiva, sia dal punto di vista formativo sia da quello del singolo evento; utilizzando in particolare le sedi comunali (biblioteca, teatro, monastero, sala mulino, piazze, etc.) ed associative.

Così come verranno potenziati tutti i servizi legati al doposcuola attraverso il coinvolgimento diretto dei giovani sul territorio, usufruendo del progetto “Reciproca solidarietà e lavoro accessorio” finanziato dalla compagnia di San Paolo.

Gli edifici scolastici saranno impiegati per attività di aggregazione, di formazione e d’incontro in orari extra-scolastici. In tale direzione risulta necessario estendere le competenze professionali dei docenti. 

Sempre perseguendo l’obiettivo di avvicinare Rivalta alla scuola occorre inserire l’assessore alle politiche scolastiche come membro del consiglio d’istituto per garantire un dialogo costante con l’amministrazione comunale. E verrà sostenuto ed incentivato il consiglio comunale dei ragazzi.

Rivalta e la scuola sono un binomio che renderà la città da vivere non solo oggi, ma anche stabilmente nel suo futuro. Il buon funzionamento del sistema scolastico rivaltese è il terreno di coltura da irrigare poiché in grado di garantire a tutti un sano percorso di crescita ed educazione innanzitutto civica.